Societari Regionali. Parte ufficialmente la stagione 22!!

Il nostro Umibozu analizza con accuratezza ed infinita pazienza i societari regionali che si sono appena svolti.

Primo mercoledi’ della stagione, dopo una settimana passata a ritiri e primi meeting (gli unici domenicali). Primo mercoledi’ dedicato, da sempre, a quello spettacolo variopinto dei societari regionali, dove ogni regione diventa nazione, ogni lotta supera il soldo (poco munifico a dire il vero) disegnando a tinte chiare un angolo di notorieta’. Che va’ ben oltre quella coppetta che giace nei trofei.

Vediamo cosa ha detto l’Italia, o meglio, cosa hanno recitato le sue regioni in ordine rigorosamente alfabetico.

loading...

E’ dell’Abruzzo la prima grande sorpresa della giornata: lu sidicie, 13 societari regionali per lui, societa’ di quarta serie, supera quota 40.000 punti e soprattutto la dorata Atletico Panzetta, che dopo due anni di dominio viene scalzata dal gradino piu’ alto del podio (ma raggiunge comunque i nazionali, ripescata). Mai in discussione il verdetto, dove la squadra ben piu’ titolata ha prevalso solo nei salti.

E’ della Basilicata il record negativo di iscrizioni: solo 3, e una comoda vittoria per Africa United, serie 3, unica promossa in questa piccola regione, prendendo il testimone da Trocadero, che difendeva il titolo da ben 7 stagioni. Bastano 35.000 punti per approdare ai nazionali.

La Calabria, regione poco popolosa ma solitamente ben rappresentata da parecchie societa’ nelle prime serie (vedi per esempio Crotone e Ass Atl Reggio Calabria) perde tantissimo in competitivita’ e Italian Vampires, serie Oro, passeggia con meno di 32.000 presentandosi fresco al prossimo appuntamento. Dietro di lui il vuoto.

C’era una volta Ippopotamo in Campania, squadra che ha dominato per anni la competizione (8 vittorie). Si qualificano invece Paups Team (squadra di Fiorange, caratterizzata da numerosi stranieri, in sesta serie per scelta), che bissa il successo dell’anno passato, a braccetto con Atletics Granata, quarta serie, con prestazioni non eccelse (i 40.000 punti, per entrambe, sono lontani).

4 posti in Emilia-Romagna ed una grande sorpresa: Shark, quinta serie, con poco piu’ di 38.000 punti supera le piu’ quotate San Varano (serie 2), Bebbigiana (serie 3) e The Tigers (serie 3), comunque qualificate al turno successivo. Nessuno tira, e rimangono fuori incredibilmente Small Track & Field e Atletica MC, forse alla ricerca di ben altri obiettivi.

Un tempo era il feudo di Sangria. Ora il Friuli diventa territorio di conquista per Rambler, il vincitore dell’ultima serie Oro. Pazzesco il suo risultato: 46856 punti, e dominio assoluto. Una dichiarazione d’intenti. Un solo posto ma che qualita’ in Friuli. Tanto che Verduzzo Team viene ripescato con l’ottavo score nazionale, e solo 7 punti estromettono la terza, quella Libertas Udine che maledice la sorte.

Che lotta pazzesca nel Lazio. I 4 posti sono a pannaggio di due compagini “dorate” (Cramelan – Anannasavanna Team, che lottano punto su punto), Lokomotiv Cinecitta’ del bravo Tsu (seconda serie e ai nazionali senza forzare) e Surround, squadra di quarta serie, che approfitta del livello non eccelso dietro per strappare il biglietto alla manifestazione nazionale.

I 2 posti liguri, in un clima di competizione di livello poco meno che medio, se li prendono Genoa Athletic Club, serie 3, e chiavarese, serie 3, che riescono anche a non disperdere gran forma. Ma diranno assai poco nella fase finale.

Arriviamo al gran carosello della Lombardia, la regina italiana, con 9 posti (uno in meno della scorsa stagione). Quarto successo in fila per Paolino Paperino, serie 2, che tirando abbastanza supera quota 45.000 punti e stacca di quasi 2000 punti la seconda, Taz Ciclone Atletica, serie 3. Completa il podio Shamrock, serie 3, che va’ avanti senza spingere troppo. Proseguono ai nazionali anche Libero Arbitrio, nobile decaduta ora in serie 5, Take Easy dell’uomo Atletix Ciche, serie 3, Atletica Desio, serie 2, Sputnik Athletics, serie 4, G.S. Dogana, serie 4 e Vallone, serie 4, con risultati non molto entusiasmanti. Spicca ancora l’assenza di Rotten che, presumibilmente, dara’ tutto in NL.

Dei due posti delle Marche uno, ormai da 4 stagioni, e’ sempre assegnato. Anche quest’anno Associazione Sportiva “Viva l’Atletica”, serie Oro, sbaraglia ogni tipo di velleita’, quasi 45.000 punti non tirando a fondo: senza Unione Sportiva Fermana, che ha rifondato, sara’ una passerella per molte stagioni. L’altro qualificato e’ Pablo’s Black Cat, serie 3, che si pone a capo di una concorrenza non irresistibile.

Il Molise e’ territorio di conquista di Sant’Angelo Team, serie Oro, alla 12esima affermazione regionale. Un solo posto e nessun avversario degno di nota permettono alla societa’ di Melchiade di vincere senza forzare con poco piu’ di 37.000 punti.

Bellissima la sfida del Piemonte, con 4 societa’, che corrispondo ai posti disponibili, a darsi battaglia. La spunta per la sesta volta consecutiva Olimpia, serie 2, nel derby con la co-gironista Cus Torino, comunque al prossimo turno, che pare forzare molto meno della vincitrice. Navin, quarta serie, e’ una sorpresa lieta sul podio regionale, come usguercio, sesta serie, che strappa con un buon risultato sopra i 38000 punti l’ultimo posto utile.

Bellissima lotta in Puglia dove parecchie societa’ di spessore danno forfait e danno il la’ ad una sfida emozionante. Due posti disponibili, che vanno a conquistarsi Libertas Redentore, alla seconda affermazione, serie 4, e Blade Storm, serie 5, bravi a sfruttare il “vuoto di potere” creatosi, tirando parecchio. Incredibile l’esclusione di Sabami, serie 2, che si risparmia troppo.

Il passato e’ molto piu’ scintillante del presente. I resti della Sardegna, sempre un solo posto, da spartirsi tra le corazzate Ciddafazzu, S.G. Piu e sarahnno veloci, ora diviene quasi una formalita’ per Orecchiette Pelose, serie Oro, che si permette di passeggiare poco sopra i 36.000 punti, senza alcun avversario. Un po’ di tristezza viene per la solitudine competitiva isolana, cosi’ lontana solo 5 stagioni fa.

Grande combattivita’ anche nell’altra isola, la Sicilia, ma ristretta ai primi due posti, gli unici disponibili per andare avanti. Continua l’alternanza dei vincitori, che resiste dalla stagione 9, e premia Orda Anomala, serie 3, che con una prestazione sublime in lanci e staffette, supera al fotofinish Dinamo Peppest, serie 4, campione in carica. Ci sara’ la rivincita ai nazionali? Dietro, stranamente, il buio.

Ci piace considerare che in Toscana sia stata la pioggia a pregiudicare i buoni risultati. Ma e’ solo parzialmente vero. E una scarsa qualita’ di risultati crea affollamento in testa. I 4 posti disponibili sono conquistati da Virus Garibellini Siena, serie 4, al secondo successo regionale, Atletica Chiesina, serie 4, UnioneArezzoAtletica, serie 5, e Snails, serie 4, con punteggi tra i 30.000 e i 33.000 abbondanti. Forse Poseidon, unica star vera di regione, si sta mangiando le mani?

Bassa la qualita’ anche in Trentino Alto-Adige, dove la qualificazione finisce nelle mani di Pontesestese, serie 4, con poco piu’ che 33.000 punti. Manca moltissimo la sewell boy di Bluewairua, con 11 vittorie traino dell’intera regione che sembra davvero caduta in un tunnel di non competitivita’.

Grandissima sorpresa in Umbria, dove US Trasimeno, serie 4, trova la prima affermazione regionale davanti alla piu’ quotata Pro Voyeurs, serie 3, cui non riesce il recupero nei concorsi e nelle staffette. 33.000 punti per vincere, pero’, si potevano ampliamente fare… Presumibilmente gli obiettivi di JDT sono differenti.

Sono poche le societa’ in Valle d’Aosta, ma lo spettacolo e’ sempre garantito. Vince ancora una volta Jw_Jedi’sCpTeam e sono 7 ora, e va’ diretto ai nazionali risparmiando gran parte della forma e avvicinando quota 40.000 punti. Chapeau. Il battuto, Athletic Team Gignod, re in Val d’Aosta per 10 volte prima dell’avvento di Skywalker, riesce ad essere ripescato per il rotto della cuffia (18esimo in Italia).

Chiudiamo la carrellata con i 3 posti del Veneto, in cui ad un’ottima quantita’ non si riescono ad accoppiare risultati di livello. Bene il vincitore, Atletica Corti e Veloci, serie 3, vicina ai 38.000 punti, mediocri Bodulonian, serie 5 ma a tutta, Escansibur Athletic Team, serie 4, e Adige Buon Pastore, serie 2, il cui atteggiamento senza pretese ha comunque significato qualificazione.

loading...

Comments

comments

Facebook