Mondiali orientamento: Statistiche ed analisi

2010 – Il

Norvegia 2-4-2

loading...

Svizzera 3-2-2

Svezia 0-2-2

Francia 0-0-3

Finlandia 2-0-0

Russia 1-0-0

Il medagliere dei mondiali di corsa orientamento 2010 evidenzia gli ottimi risultati della squadra ospitante, la Norvegia, che è riuscita a preparare i suoi atleti nel migliore dei modi dal punto di vista fisico e tecnico, oltre a suddividerli intelligentemente nelle varie specialità.

Lundanes ha gareggiato solo in long e staffetta, conquistando un oro e un argento; Kaas nella middle e nella staffetta, con gli stessi risultati; Østerbø solo nella sprint, dove ha mancato il podio per 8 decimi.

In una rassegna così intensa e con una concorrenza e un livello atletico sempre più elevato, soprattutto a livello maschile sembra sia diventato sempre più necessario selezionare gli impegni per poter eccellere.

Chiaramente ha contato molto anche il terreno su cui si è gareggiato, molto diverso non solo da quelli alpini e centroeuropei, ma anche da quelli del resto della Scandinavia, al quale è stato necessario prepararsi con numerosi campi d’allenamento in loco.

La Svizzera, oltre a dimostrarsi all’avanguardia nella specialità dello sprint, ha potuto contare su una campionessa dello spessore di Niggli-Luder che ha coperto l’assenza di altre compagne di squadra all’altezza; König-Salmi.è ormai agli sgoccioli della carriera élite e la sola Cejka ha dato l’impressione di poter emergere.

Svezia e Francia hanno raccolto meno di quanto meritassero; la squadra delle tre corone è stata sempre presente nelle prime posizioni, in particolare tra le donne; la Francia, di medio ma apprezzabile livello con la squadra femminile, ha messo in mostra una squadra maschile di grande classe che ha mancato la consacrazione nella staffetta per il solito “imprevisto” di Gueorgiou.

La Finlandia ha salvato una spedizione altrimenti fallimentare con le grandi imprese di Minna Kauppi e delle altre due staffettiste nel weekend conclusivo; la squadra maschile è invece apparsa in netto ribasso.

La Russia, infine, forse per motivi economici, non è riuscita a tenere il passo delle altre squadre femminili e anche tra gli uomini ha fatto un passo indietro, mascherato solo dal grande orgoglio in staffetta.

Gran Bretagna e Cechia avrebbero forse meritato una medaglia, ma sono rimaste fuori dal podio per poco in alcune occasioni.

Tra le altre nazioni, si segnala il calo della Germania, quasi scomparsa dalle finali.

L’Italia si conferma una squadra di seconda fascia, con diversi atleti dalle buone potenzialità, ma che dispongono di mezzi economici inferiori alle nazionali più forti e non possono dedicarsi a tempo pieno all’. Non sarà un compito facile ridurre queste distanze nei prossimi 4 anni, in vista dei mondiali casalinghi.

Per chiudere questa breve , tanto per ragionare sulle cifre, vi propongo una classifica a punti basata sui primi 8 delle finali (8 punti al primo, 7 al secondo e così via nelle gare individuali, il doppio per le staffette), che sintetizza meglio di un medagliere le potenzialità delle varie nazionali, oltre alla tabella con il numero di , il tutto diviso per uomini e donne.

Classifica a squadre best 8 places

Uomini

Norvegia 42

Svizzera 40

Francia 25

Svezia 24

Russia 20

Gran Bretagna 13

Ucraina  8

Cechia 8

Finlandia 2

Donne

Svezia 41

Norvegia 39

Finlandia 37

Svizzera 36

Danimarca 10

Cechia 9

Francia 6

Gran Bretagna 2

Presenze in finale

Uomini

Svizzera 10 (aveva un campione in carica)

Norvegia – Svezia – Finlandia – Gran Bretagna 9

Cechia 8

Francia – Russia (avevano un campione in carica) 8

Danimarca – Ucraina 6

Polonia – Italia – Nuova Zelanda – Ungheria 5

Bulgaria – Estonia 4

Irlanda – Bielorussia – Lettonia – Lituania – Australia 3

Romania – Austria 2

Croazia – Belgio – Germania – Olanda – Slovacchia – Spagna 1

Donne

Svizzera – Svezia – Cechia 10 (avevano un campione in carica)

Norvegia – Finlandia 9

Francia – Lituania 8

Danimarca – Gran Bretagna – Russia 7

Estonia 6

Polonia – Australia 5

Ucraina – Italia – Lettonia – Stati Uniti 4

Ungheria – Belgio 3

Romania – Bulgaria – Austria 2

Spagna – Nuova Zelanda – Irlanda – Canada – Cina – Kazakhstan 1

loading...