Mondiali orientamento: Gueorgiou butta via la staffetta, oro alla Russia

La maschile prende il via mentre si sta per chiudere quella femminile.
Il neocampione middle Kaas (Norvegia) guida presto il gruppo di testa, composto da una decina di nazioni, tutte le favorite incluse.
Al primo cambio sprinta la con Andrej Hramov che lancia Cvetkov.

Classifica dopo la prima frazione:
Khramov Russia 29:00
Gristwood Great Britain 29:01
Kaas Norway 29:08
Hubmann Switzerland 29:11
Adamski France 29:16
Dlabaja Czech Republic 29:21
Wingstedt Sweden 29:22
Lakanen Finland 29:31
Morawski Poland 29:36
Starov Ukraine 29:37
Uppill Australia 29:45
Bader Germany 30:20
Breitschädel Austria 30:24
Aleliunas Lithuania 30:32
Pihl Estonia 30:36
Bobach Denmark 30:51
Seidenari Italy 32:41

loading...

A metà della seconda frazione perde contatto solo la Polonia dalle 10 di testa, mentre guida Pasi Ikonen (Finlandia). Gran Bretagna e Finlandia attuano una scelta alternativa per il punto 12, ma non cambia nulla.
Importante la lunga tratta verso il punto 15, dove il gruppo dei 9 si divide, con l’Ucraina che fa una pessima scelta, Norvegia e Russia che aggirano la collina a sud e gli altri a nord per poi ritrovarsi quasi insieme; Finlandia e Svizzera perdono una quindicina di secondi, l’Ucraina 40. Le altre squadre sono ormai tagliate fuori.
A 2 km. dal termine passano al punto spettacolo in 6: Gran Bretagna, Cechia, Svizzera, Francia, Russia e Svezia. Norvegia, Finlandia e Ucraina sono leggermente attardate.
L’ultima collina dilata un po’ i distacchi, la Svezia perde qualche secondo per una caduta, Finlandia e Ucraina perdono ancora qualcosa Si arriva così al secondo cambio:
Gonon France 1:20:35
Tsvetkov Russia 1:20:36
Duncan Great Britain 1:20:38
Mueller Switzerland 1:20:41
Öberg Sweden 1:20:49
Prochazka Czech Republic 1:20:50
Weltzien Norway 1:20:50
Ikonen Finland 1:21:16
Kratov Ukraine 1:21:31
Krepsta Lithuania 1:25:51
Lassen Denmark 1:26:15

Sette squadre ancora in corsa per l’oro, quindi; l’ultima frazione si presenta appassionante per chiudere alla grande questi mondiali.
La Finlandia perde subito terreno e non può più sperare di reinserirsi.
Prime scelte sulla lunga tratta in salita che porta al quinto punto: Svezia e Svizzera optano per una via diversa dagli altri, restando maggiormente sui sentieri. gli atleti si ricompattano comunque presto, ad eccezione della Svezia che concede qualche metro. tra gli altri 6, è il francese a passare per primo al punto 9, seguito dalle altre 5 squadre nel raggio di 10 secondi e dalla Svezia a 20.
A metà frazione Francia e Russia guadagnano terreno, la Norvegia guida l’inseguimento davanti a Cechia, Svizzera e Gran Bretagna.
Il cinguettio degli uccelli accoglie al punto 16 a 2/3 di gara Gueorgiou, che passa davanti a Novikov di 5 secondi; a un minuto circa le altre 4, lanciate verso la lotta per il bronzo.
A 2 km. dall’arrivo Gueorgiou fa il vuoto; sbuca dal bosco facendo il gesto di tacere, brucia ancora il mondiale perso 3 anni fa per la vespa che lo punse in gola ai -3 km. e per quanto successo l’anno scorso, allorché si fermò per soccorrere lo svedese gravemente infortunatosi. 58 secondi sulla Russia, 1’47” sulla Norvegia che ha staccato le altre.
Anche questa volta, infatti, Gueorgiou butta via la gara: il minuto di vantaggio derivava dal fatto che si era dimenticato di passare per il punto 17, quindi dopo aver timbrato il ventesimo deve rifare 17-18-19-20 e passa dal primo all’ottavo posto, a 5 minuti dalla testa!
E’ così la Russia a imporsi con facilità sulla Norvegia; il grande spunto finale di Matthias Merz regala alla Svizzera il bronzo sulla Gran Bretagna.

Classifica finale
1 Khramov, Tsvetkov, Novikov Russia 2:09:51
2 Kaas, Weltzien, Lundanes Norway 2:10:34
3 Hubmann, Mueller, Merz Switzerland 2:11:03
4 Gristwood, Duncan, Fraser Great Britain 2:11:10
5 Dlabaja, Prochazka, Smola Czech Republic 2:11:58
6 Wingstedt, Öberg, Andersson Sweden 2:13:44
7 Starov, Kratov, Ushkvarok Ukraine 2:14:08
8 Adamski, Gonon, Gueorgiou France 2:15:40
9 Lakanen, Ikonen, Haldin Finland 2:17:03
10 Aleliunas, Krepsta, Gvildys Lithuania 2:20:19
11 Mihailovs, Bertuks, Sirmais Latvia 2:22:20
12 Bobach, Lassen, Lund Denmark 2:23:22
13 Kamenarov, Belomazhev, Nikolov Bulgaria 2:23:27
14 Morawski, Dwojak, Kowalski Poland 2:23:28
15 Pihl, Kraas, Kärner Estonia 2:25:07
16 Bader, Wendler, Teich Germany 2:25:53
17 Uppill, Shepherd, Dent Australia 2:26:00
18 Seidenari, Schgaguler, Mamleev Italy 2:26:52
19 Breitschädel, Lang, Kerschbaumer Austria 2:27:48
20 Kerényi, Lenkei, Kovács Hungary 2:28:51
21 Alekseyonok, Tambasov, Mihalkin Belarus 2:29:09
22 Reynolds, Morrison, Forne New Zealand 2:33:57
23 Healy, Quin, Simonin Ireland 2:38:35
24 Martin de los Rios, Casal Fernandez, Rafols Perramon Spain 2:40:42
25 Bastin, Peeters, Pasquasy Belgium 2:42:43
26 José Bortoli, Alencar Karnikoski, Pereira Pasturiza Brazil 2:45:13
27 Goeres, Smith, Duca Canada 2:47:02
28 Smith, Scott, Bone United States 2:48:33
29 Kato, Yagishita, Yamaguchi Japan 3:00:27
30 Li, Yi, Pan China 3:42:06

loading...