Inter-Manchester City 3-0. Tutte le dichiarazioni del dopo partita


“Sono molto contento del lavoro della squadra. Abbiamo fatto tutto quello che volevamo fare e lo abbiamo fatto bene”. È soddisfatto Rafael Benitez all’esordio, vincente, con la sua Inter che conquista così la 14^ edizione della Pirelli Cup grazie al 3-0 sul Manchester City.
“Abbiamo 34 giocatori – prosegue l’allenatore nerazzurro – tutti hanno avuto spazio (ndr.: stasera 20 nerazzurri utilizzati su 21) e quelli che non l’hanno avuto oggi, scenderanno in campo nelle prossime gare. Sono molto contento per e che, pur essendo sinistro, ha realizzato un grandissimo gol di destro. Allo stesso modo, siamo molto contenti dell’affetto dei tifosi, pensiamo di aver regalato loro un buon calcio e il nostro obiettivo è farlo anche nelle prossime amichevoli”.

Si passa poi ad analizzare l’avversario sconfitto dai nerazzurri questa sera al M&T Bank Stadium di Baltimora: “Il Manchester City ha giocato una buona gara. Ha messo in atto un gioco aggressivo, ma questo è servito all’Inter per crescere di condizione perchè è sempre meglio vincere, anche nelle gare amichevoli. Siamo stati ordinati, siamo partiti bene e dopo in undici contro dieci abbiamo saputo sfruttare la situazione e controllare di più”.

loading...

“Balotelli non ha giocato perchè ha un problema muscolare – risponde infine Benitez a chi gli chiede spiegazioni sul mancato utilizzo dell’attaccante – Non conosco le vicende di mercato, all’Inter io faccio solo l’allenatore”.

Goran ,
questa sera in campo 57 minuti dall’inizio del match, commenta nel post partita la vittoria sul Manchester City ammettendo: “Siamo un po’ stanchi, ma questo vuol dire che abbiamo lavorato bene. Questa sera siamo stati molto bravi contro un avversario forte. Abbiamo fatto quello che ci aveva chiesto il mister: abbiamo pressato più alto e gestito abbastanza la palla, ma chiaramente ci sono ancora tante cose da migliorare”.

Biraghi
“Sono emozioni indescrivibili. Il gol che ho realizzato stasera è stato un miracolo che ancora adesso non capisco, non sapevo cosa fare…Magari col tempo capirò, ma non cambia il mio atteggiamento, testa bassa e tanto lavoro”. Queste le parole di un emozionato Cristiano Biraghi, il mancino che segna di destro e che ancora non riesce a credere al modo in cui ha messo il suo sigillo sulla vittoria dell’Inter sul Manchester City, ma che ha già chiaro quale dovrà continuare ad essere, anche domani, il suo futuro nerazzurro.

Obinna
650 giorni. Tanto ha dovuto attendere Victor Obinna per tornare a esultare con la maglia nerazzurra dopo un gol, dopo quello realizzato il 19 ottobre 2008 contro la Roma in campionato. Questa sera, l’attaccante nigeriano è stato protagonista del match in scena al M&T Bank Stadium di Baltimora al termine del quale ha dichiarato: “Quella di oggi era la prima partita con il nostro nuovo allenatore, il gruppo ha risposto in maniera adeguata anche se dopo tanto lavoro, non era poi così facile. Noi ci siamo riusciti bene, il mister ci aveva chiesto di mettere in pratica un gioco veloce e di pressare alto; l’abbiamo fatto e l’abbiamo fatto bene”.

“Credo di poter dare tanto all’Inter – conclude Obinna a proposito del suo futuro professionale -, più di tutto quello che ho dato fino a oggi. Questa è la mia speranza, poi vedremo che cosa succederà”

loading...