Serie 2: Cus Torino in Oro, Buia Marathon, Atletica Gadani, Mikele e Jw_Jedi’sCpTeam in terza

Ultimo giro di ruota, ultima chance di vendetta, ultimo alito di vento, ultima residua speranza per chi se ne sta andando in terza, ma non vuol smettere di combattere. Anima e cuore si stanno affievolendo nel limbo della seconda serie. Andiamo a farci un bell’aggiornamento su quanto e’ accaduto nella settima e penultima giornata delle due serie cadette.

Serie 2.1

loading...

Che occasione buttata al vento. Rlucchi potrebbe mangiarsi la mani dopo questa giornata. Perche’ e’ accaduto l’impensabile. La pressoche’ derelitta Yato United effettua il grande colpo di coda che la portera’ alla salvezza. 6 punti sulla quart’ultima ma soprattutto 3 squadre in mezzo che ne decreteranno la permanenza qui. Non ci stupiamo, lo sapevamo che Yato era di altra categoria rispetto alle pericolanti. Lo dicono la velocita’, le staffette, i lanci. Il bruciato sulla linea del traguardo e’ I Pasticciotti, dietro proprio per via della 4X400 femminile. Shark pero’ ha di che sorridere: Lucchirpool mette qualche basso di troppo ed arriva dietro, gettando alle ortiche l’occasione della vita per superare lo squalo e porsi dopo una rimonta incredibile al secondo posto, utile per la promozione. Con concorsi e staffette di quel livello, Rlucchi ha palesato qualche limite tattico, anche se la forma non era decisamente dalla sua. Campidoglio Palatino conferma la sua stagione da protagonista assestandosi al quinto posto della generale, Beyond the limit brucia nelle staffette Puffolandia inguaiando la povera Silvia (autrice del capolavoro olimpico in tinta di argento per Stefano Sponta, prima medaglia di tutti i tempi alle olimpiadi per una donna nel gioco) che ora deve sperare in un vero miracolo per salvarsi. I concorsi latenti ne hanno massacrato le credenziali di salvezza tranquilla e ora deve remare. Ma dara’ tutto, lo sappiamo gia’. E il gruppo cortissimo non pone al riparo da soprese dell’ultimo minuto. Ha rischiato anche il recupero di Buia Marathon, settimo di un soffio ma ormai matematicamente retrocesso. Quasi come Killhope: 7 punti ad una gara dal termine sanciscono la caduta di Mhestl dai piani nobili di .

Fa sorridere l’imbarazzante supremazia di Associazione Sportiva “Viva l’Atletica”. Tirando niente, preservando i propri atleti per le olimpiadi dove ha raccolto ben 5 medaglie (1 oro, 1 argento e 3 bronzi), riesce comunque a vincere la giornata. E la Oro e’ ipotecata: merito del pasticcio di Rlucchi, ora sono 9 i punti di vantaggio sulla terza. Deve dare piu’ profondita’ alla squadra: nonostante la comptitivita’ degli effettivi, 39 atleti (tra poco 37) sono decisamente troppo pochi per essere competitivo al piano di sopra. 4pini e Atletica Modica coronano, col podio di giornata, una stagione assolutamente positiva: se i primi sono una vera e propria conferma qui, i secondi si sono imposti con assoluta determinazione ed esperienza, raggiungendo una salvezza che, se non matematica, pare almeno virtuale. Occhio a velocisti e lanciatori per il prossimo anno. La Valle del Lura batte Desmothlon: divise da due punti, rischia piu’ la prima, perche’ la compagine e’ forse la piu’ debole tra quelle che si giocano la salvezza e i 4 punti di vantaggio sulla zona rossa non danno alcuna garanzia. Prevediamo fulmini all’ultima giornata. Come per A.U. Malignani, ormai un habitue’ delle zone pericolanti: bruciato il tranquillissimo Trionfo Ligure sul nastro d’arrivo della 4X400, ha un punto sulla zona “terza serie” ma l’ultima giornata lo vedra’ salvarsi senza patemi. Sempre che vorra’. Chiude come sempre Atletica Gadani, ormai retrocesso in terza serie.

Serie 2.2

Fusoloppet vince e festeggia a braccetto con Steone. Fabio ha fatto il capolavoro: vince la giornata e si salva matematicamente. Merito di concorsi assolutamente d’elite, e la permanenza qui, in realta’ molto marginalmente in discussione, e’ un atto dovuto. Cus Torino e’ battuto, ma festeggia la meritatissima promozione in Oro, forse con un anno di ritardo (ci avesse creduto, anche la scorsa stagione avrebbe quantomeno lottato fino in fondo). La forma e’ finalmente salita, potra’ riposarsi la prossima giornata e lanciarsi per una serie superiore che sara’ un problema solo relativo per lui. Atletica Desio, bruciato alla 4X400 femminile, si gode il podio della costanza: sempre tra secondo e quarto di giornata, il consiglio che possiamo dargli e’ prediligere piu’ gli individuali se non riesce a salire ma non rischia mai la retrocessione. Atletica Corti e Veloci si pone in posizione saldissima, a 7 punti di vantaggio sulla quart’ultima, cosi’ come Upol Gavirate, altra bella storia di questa serie. Entrambi partiti per salvarsi a stento, hanno legittimato la loro permanenza in cadetteria. Concorsi compresi. Shamrock e’ il vero sconfitto: avesse sopravanzato gli altri due avrebbe mantenuto ben piu’ di una possibilita’ per salvarsi, cosi’ e’ pressoche’ spacciato. Proprio lanci e salti l’hanno condannato all’oblio di una retrocessione alla fine meritata. Atletica FVG si riposa, mantenendo una tranquilla posizione di classifica, mentre Mikele chiude come consuetudine: ufficiale l’addio alla sua seconda.

Ce lo aspettavamo prima o poi. Aveva due frecce al proprio arco ed e’ bastato scagliare la prima. Santa Monica vince in bello stile la penultima giornata e dopo aver a lungo inseguito ipoteca una salvezza mai cosi’ complicata, anche se, sul serio, ha tirato due giornate e mezza. Con dei lanci da ristrutturare, la compagine di Rukawa e’ il mistero storico di questa serie: potrebbe ambire alla Oro ed invece si accontenta. Onore comunque al merito per una formazione che molti addetti ai lavori davano per spacciata dopo 3 giornate. Sugosport batte A.S. Spartana nell’orgia dei concorsi: li’ sugo si porta a casa i punti decisivi. Ma sara’ con tutta probabilita’ Piotta a gioire la prossima settimana: 8 punti sono irrecuperabili con soli 12 a disposizione. Lokomotiv Cinecitta’ si prende la salvezza matematica riposandosianche se alla fine, nel mirino olimpiadi, il raccolto e’ stato scarno. Un argento e una medaglia di legno di Nele ne decretano la possibile discesa da alti livelli, per un’atleta assoluta che ha raccolto molto meno di quanto si aspettava. Olimpia e Paolino Paperino scherzano, forti della loro saldezza in classifica, portando a casa prezioso risparmio di forma, Jw_Jedi’s retrocede, ancora ultimo, pieno di rimpianti per quello che poteva essere solo pochi mesi fa. Skywalker ha sbaraccato, eppure la sua era una tra le formazioni piu’ interessanti dell’intero panorama maxithloniano. Come San Varano, sull’orlo del precipizio ma con il solito istinto da killer per i grandi eventi: 2 ori e tre bronzi olimpici ci dicono chi e’ Djraba. E perche’ la sua probabile retrocessione sia stata fatta, evidentemente, solo per scelta.

loading...

Comments

comments

Facebook