Baggio a Coverciano ventanni dopo

E’ iniziato ieri il corso per diventare allenatori. Come anticipato da Gamefox qualche giorno fa, è presente anche Roberto Baggio, che ieri mattina si è presentato puntale alle 8 a Coverciano per sottoporsi al primo allenamento. Poi alle 10,30 tutti in Aula Magna per seguire la prima lezione su tecnica calcistica dell’allenatore Biagio Savarese che ha aperto ufficialmente il tradizionale ritiro per i giocatori senza contratto organizzato dall’Aic, il sindacato calciatori.

È un onore averlo qui con noi. La sua presenza fa piacere a tutti i partecipanti al ritiro. Di qualcuno è stato avversario, con altri ha giocato assieme come il portiere Aldegani ai tempi del Milan. Ma per la maggioranza di chi è qui però Roberto è il campione che ha fatto sognare” sono state le parole di Nicola Bosio, responsabile delle relazioni esterne dell’Aic. E come detto da Bosio per quasi tutti i 66 partecipanti al corso, che si concluderà il 6 agosto, è più un idolo, colui che ha fatto sognare tutti noi. E lo si è capito fin da subito, infatti al suo arrivo Baggio è stato circondato dagli ex colleghi che gli hanno chiesto un autografo o di farsi fotografare assieme e a tutti ha mostrato la massima disponibilità.

loading...

È cominciato così per Roberto Baggio il ritorno al calcio dopo 6 anni, in campo e dietro i banchi. E’ cominciato vent’anni dopo quell­’estate del 1990, quando si scatenò la rabbia dei fiorentini vedendolo passare alla Juventus. Ventanni dopo gli scon­tri, le barricate, gli arresti e una rottura fra i tifosi viola e la Nazio­nale azzurra, Roberto è tornato a Coverciano.

Come allora evitando i cronisti, i taccuni, le telecamere, dribblando tutti. Ma questa volta il clima è ovviamente diverso. Al­lora c’era la guerriglia, adesso so­lo la necessità di non affrettare i tempi.  Niente dichiarazioni ufficiali ai media quindi: “Vo­glio ringraziare tutti per l’atten­zione che mi viene riservata, ma io in questo momento voglio con­centrarmi solo su questo corso, mi piace e mi interessa farlo bene. Voglio stare tranquillo anche per­ché torno nel mondo del calcio do­po sei anni. Parlare di altre cose mi metterebbe in imbarazzo”, ha fatto sapere Roby, perchè sul suo futuro incarico di presidente del Settore Tecnico della Figc nulla è stato ancora deciso, bisognerà attendere l’incontro con il presidente federale Giancarlo Abete previsto tra fine mese e i primi di agosto.

Tornando al corso di allenatore, Baggio non ha voluto nessun privilegio e come tutti gli altri ha pagato la quota di 200 euro per partecipare al ritito. Avrebbe potuto alloggiare in un hotel fuori Coverciano o da suo fratello che vive a Firenze, invece ha scelto di stare nell’albergo del Centro tecnico federale insieme a tutti gli altri e dividere con loro l’intera giornata, fra campo, lezioni di tecnica calcistica e metodologia d’allenamento (tre al giorno, anche dopo cena) e spogliatoio. Baggio però non prenderà parte alle partitelle, visti i suoi noti problemi fisici. Anche il suo allenamento non è completo e si limita a un po’ di corsa e qualche esercizio.

Clicca sulle foto per ingrandirle

loading...

Comments

comments

Facebook