Il Divin Allenatore. Ecco mister Roberto Baggio.

Iniziamo dalla più brutte delle notizie. Dopo che qualche giorno fa era uscita la notizia di Roberto , di cui anche noi avevamo dato la notizia, nessuno ha più parlato. Nessuna notizia, nessuna news. Silenzio assoluto. E allora parliamo noi.

Scriviamo subito, senza esitare un istante, che la trattativa è sfumata. Riepiloghiamo però il tutto e vediamo il motivo che ha portato a una clamorosa retromarcia. Demetrio Albertini, 38 anni, attuale vicepresidente federale, doveva diventare anche presidente del Club Italia, la nuova struttura che avrà il compito di gestire tutte le rappresentative azzurre; Roberto Baggio, 43 anni, presidente del Settore tecnico, coadiuvato da Renzo Ulivieri, presidente dell’associazione allenatori; Paolo Maldini, 42 anni, responsabile del Settore Giovanile; Antonio Cabrini, 52 anni, capo degli osservatori di Prandelli assieme a Giancarlo Antognoni, 56 anni; Mino Favini, l’uomo d’oro del vivaio atalantino, punto di riferimento per la valorizzazione dei talenti da lanciare in Nazionale.

loading...

Questa doveva essere la riorganizzazione di una parte dello staff, per rialzare una nazionale alla frutta dopo il disastro del Lippi bis. Avevamo tutti la bava alla bocca, grazie ai nomi di grandi campioni: su tutti appunto Roby Baggio, ma anche l’eterno Maldini, Antognoni e Cabrini. Aggiunti al già esperto Albertini, anche lui grande calciatore, e al talento di Favini.

Ma forse è stata più un mossa per abbassare i toni dopo il mondiale. E ci siamo cascati tutti, Baggio compreso.

Con la scusa che prima bisogna occuparsi dei quasi 30 club di  Legapro, a rischio iscrizione, nella sede della federazione hanno pensato di rinviare tutto il resto ad agosto, all’ultima sessione prima delle ferie. Sembrerebbe inoltre che Macalli e Tavecchio, rispettivamente “capi” della Legapro e dei Dilettanti siano in rotta con Abete perchè non li ha preventivamente consultati sull’arrivo di Baggio e degli altri campioni. Volete sapere il risultato? Trattative tutte bloccate, per non dire sfumate.

Ma è ora che viene il bello, per tutti gli amanti di Baggio. Tutti noi lo volevamo rivedere nel mondo del calcio. Non ci importava se come presidente del Settore tecnico, oppure come preparatore di qualche piccola squadra. Lo volevamo rivedere e basta. E allora lui ci ha accontentati: Roberto Baggio farà l’allenatore. Baggio si è infatti iscritto al corso di allenatore di terza categoria.

Il corso inizierà a Settembre e avrà sede a Coverciano. E cambierà sicuramente il futuro di Roberto, che passerà da una scrivania mai occupata alla panchina.

Benventuto Mister Codino.

loading...

Comments

comments

Facebook